Clifford Chance e Allen&Overy nel bond in due tranche da 1 miliardo di Poste Italiane

Gli studi legali internazionali Clifford Chance e Allen & Overy sono gli studi coinvolti nel ritorno sul mercato del debito di Poste Italiane, che ha collocato un prestito obbligazionario senior unsecured in due tranche per un ammontare complessivo di 1 miliardo di euro. Nell’operazione, Clifford Chance ha assistito l’emittente Poste Italiane e Allen & Overy gli istituti finanziari joint bookrunners.

Le due tranche del prestito obbligazionario hanno, rispettivamente, valore nominale di 500 milioni di euro con scadenza 10 dicembre 2024 e cedola fissa annua dello 0,00%, e valore nominale di 500 milioni di euro con scadenza 10 dicembre 2028 e cedola fissa annua dello 0,50%. L’emissione è destinata a investitori istituzionali ed è emessa a valere sul programma Euro Medium Term Notes (EMTN) del valore di 2 miliardi di Euro di Poste Italiane. La quotazione dell’emissione è prevista presso la Borsa del Lussemburgo.

Clifford Chance ha assistito l’emittente Poste Italiane con un team guidato dai partner Gioacchino Foti (nella foto a destra) e Filippo Emanuele, con la counsel Laura Scaglioni, l’associate Francesco Napoli e Benedetta Tola. Per i profili tax hanno agito il partner Carlo Galli con il senior associate Andrea Sgrilli.

Il team di Allen & Overy che ha agito per conto degli istituti finanziari – tra cui Goldman Sachs, Imi-Intesa Sanpaolo, Jp Morgan, Bnp Paribas, Deutsche Bank, Unicredit – è guidato dai partner del Dipartimento International Capital Markets Cristiano Tommasi (nella foto a sinistra) e Craig Byrne, coadiuvati dalla senior associate Sarah Capella, dall’associate Carolina Gori e dal trainee Paul Edwards. Nell’operazione ha agito un team Tax composto dal senior associate Elia Ferdinando Clarizia e dal trainee Lino Ziliotti.

Clifford Chance e Allen&Overy nel bond in due tranche da 1 miliardo di Poste Italiane

redazione@lcpublishinggroup.it

SHARE

Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su telegram