Simmons, Clifford e Linklaters nel sustainability-linked bond da un miliardo di Eni

Eni, con l’assistenza degli studi legali Simmons & Simmons e Clifford Chance, ha annunciato una emissione obbligazionaria sustainability-linked, per un valore nominale di 1 miliardo di euro. Sarà collocata sul mercato degli Eurobond, nell’ambito dell’Euro Medium Term Note Programme della società. L’emissione segue l’adozione da parte di Eni del “Sustainability-Linked Financing Framework” pubblicato il 20 maggio 2021.

Il prestito obbligazionario della durata di 7 anni ha un prezzo di re-offer di 99,855% e paga una cedola annua dello 0,375% che rimarrà invariata sino a scadenza a fronte del raggiungimento degli obiettivi di sostenibilità relativi a Net Carbon Footprint Upstream (Scope 1 e 2) e capacità installata per la produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili, come indicati nei termini e condizioni dell’emissione.

Le obbligazioni saranno negoziate presso la Borsa di Lussemburgo e sono state acquistate da investitori istituzionali principalmente in Francia, Germania, Regno Unito e Italia.

Il team legale di Eni è stato coordinato dagli avvocati Gloria Dagnini, Federica Andreoni e Michele Ausiello.

Il team di Simmons & Simmons che ha affiancato Eni è stato guidato dalla partner Paola Leocani (nella foto a sinistra) e composto dal partner Charles Hawes, dal managing associate Baldassarre Battista e dalle associate Martina Zito e Victoria So.

Clifford Chance, con un team composto dal partner Carlo Galli (nella foto al centro) e dal senior associate Andrea Sgrilli, ha assistito l’emittente per gli aspetti fiscali dell’operazione.

Gli istituti finanziari sono stati assistiti da Linklaters con un team guidato dalla partner Linda Taylor (nella foto a destra) e composto dalla managing associate Laura Le Masurier e dall’associate Laura Tarenzi.

redazione@lcpublishinggroup.it

SHARE

Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su telegram