White&Case e Clifford Chance nello yankee bond Intesa da 1,5 miliardi di dollari

Gli studi legali White & Case e Clifford Chance hanno prestato assistenza nell’ambito dell’emissione obbligazionaria in due tranche di yankee bond di Intesa Sanpaolo dal valore complessivo di 1,5 miliardi di dollari nell’ambito del Medium Term Note Programme di Intesa Sanpaolo da 50 miliardi di dollari recentemente rinnovato.

Le obbligazioni, emesse ai sensi della Rule 144A del US Securities Act, consistono in una tranche del valore di 750 milioni di dollari cedola 4,198% e scadenza 2032 e una del valore di 750 milioni di dollari cedola 4,950% e scadenza 2042.

Il team di White & Case che ha assistito Intesa Sanpaolo ha compreso i partner Michael Immordino (nella foto a sinistra, Milano e Londra) e Ferigo Foscari (Milano) insieme agli associate Robert Becker, Pietro Magnaghi, Olga Primiani e Riccardo Viel (Milano).

Clifford Chance ha assistito i dealer – Barclays, BofA, Credit Suisse, Citigroup, HSBC, Goldman Sachs, J.P. Morgan, Morgan Stanley, Nomura, BMO, PNC, Erste, e National Bank of Canada – con un team composto dai soci Filippo Emanuele, Gioacchino Foti e Michael Dakin, dal counsel Laura Scaglioni (nella foto a destra) e dagli associate Francesco Napoli, Giulia Petragni Gelosi e Sydney Sawyier. Il socio Carlo Galli e il senior associate Roberto Ingrassia hanno seguito i profili fiscali dell’emissione.

redazione@lcpublishinggroup.it

SHARE

Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su telegram