Ferrante e Guccione vincono al Tar per l’Areale di Bolzano

Il Programma Unitario di Valorizzazione Territoriale (PUVaT) dell’Areale ferroviario di Bolzano, operazione il cui valore è di circa un miliardo di euro, supera la prova del Giudice Amministrativo. Con sentenza n. 92 del 13.04.2020 il TRGA di Bolzano ha respinto il ricorso con cui ENI aveva impugnato l’Accordo di Programma per la riqualificazione dell’Areale ferroviario di Bolzano, aderendo integralmente alle tesi difensive dei legali di Areale Bolzano ABZ S.p.A., Maria Ferrante (in foto) e Claudio Guccione, partners dello studio P&I – Studio Legale Guccione e Associati (anche consulenti della Società per la realizzazione dell’operazione) e degli Avvocati delle Amministrazioni intimate.

Il TRGA di Bolzano ha statuito, infatti, la legittimità dell’utilizzo dell’istituto del PUVaT per l’operazione in parola, anziché degli strumenti disciplinati dalla legge urbanistica provinciale, in quanto trattasi di un’operazione in cui, sullo sfondo di un progetto di riqualificazione urbana, emerge con preponderanza la finalità di governance per il miglior utilizzo degli immobili di proprietà pubblica, accertando altresì la legittimità dell’inclusione di aree private nel perimetro dell’operazione.

È stato dunque ritenuto corretto dal Giudice Amministrativo il procedimento sinora seguito dalle Amministrazioni per la realizzazione di un’operazione immobiliare ed infrastrutturale di rilevanza strategica con uno strumento, quello del PUVaT, sinora mai utilizzato per operazioni di tali dimensioni.

Accanto ad ABZ si sono costituiti i suoi soci e firmatari dell’Accordo di Programma impugnato: la Provincia di Bolzano, difesa dall’Avvocatura Provinciale, con gli avvocati Renate von Guggenberg, Fabrizio Cavallar, Jutta Segna e Patrizia Gianesello, ed il Comune di Bolzano, rappresentato dall’Avvocatura Comunale, con gli avvocati Gudrun Agostini, Alessandra Merini e Bianca Maria Giudiceandrea. Costituita in giudizio anche Rete Ferroviaria Italiana con l’Avv. Francesco Caccioppoli, partner dello studio Curtis.

Ferrante e Guccione vincono al Tar per l’Areale di Bolzano

nicola.dimolfetta@lcpublishinggroup.it

Scrivi un Commento

SHARE

Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su telegram