martedì 11 ago 2020
HomeCorporate M&ADentons, Bonelli e Norton Rose nella cessione del 59,4% della concessionaria del nuovo ospedale di Mestre

Dentons, Bonelli e Norton Rose nella cessione del 59,4% della concessionaria del nuovo ospedale di Mestre

Dentons, Bonelli e Norton Rose nella cessione del 59,4% della concessionaria del nuovo ospedale di Mestre

Dentons, BonelliErede e Norton Rose Fulbright hanno assistito rispettivamente (i) Mirova, controllata da Natixis Investment Management, (ii) Astaldi e la sua controllata Astaldi Concessioni, venditori delle partecipazioni, e (iii) il pool di banche finanziatrici dell’ospedale (tra cui The Royal Bank of Scotland, Banca europea per gli investimenti, Crédit Agricole CIB e UniCredit e Banca IFIS) nell’acquisizione – tramite la controllata Core Infrastructure II S.àr.l. – del 59,4% di Veneta Sanitaria Finanza di Progetto, società concessionaria dell’Ospedale dell’Angelo di Venezia-Mestre.

Dentons ha operato con un team multidisciplinare guidato dal partner Matteo Falcione (nella foto) e dalla managing counsel Barbara Urselli, in collaborazione con Paul Morel, partner della sede di Parigi dello studio. All’operazione ha lavorato un team composto dal managing counsel Andrea De Luca Picione e dalla associate Stefania Verroca per gli aspetti banking, dalla counsel Ilaria Gobbato e da Lorenzo Ugolini per gli aspetti di diritto amministrativo, dal counsel Mileto Giuliani, dall’associate Francesco Palmeri e da Francesco Crimi e Chiara Monaco per gli aspetti di diritto commerciale e societario, dal partner Michele Carpagnano e da Giulia Giordano per i profili antitrust e dalla partner Sara Biglieri e dall’associate Davide Petris, per il contenzioso.

BonelliErede ha operato con un team multidisciplinare coordinato dai partner Catia Tomasetti e Silvia Romanelli. Del team hanno fatto parte l’associate Michele Florio e Giovanni Guglielmo per gli aspetti banking, il managing associate Giovanna Zagaria per gli aspetti regolamentari, dall’associate Marco Cislaghi e Pietro Isidoro Livia per gli aspetti di M&A e di diritto societario, e il partner Francesco Anglani, con l’associate Jacopo De Luca e Chiara Campolongo, per i profili antitrust.

Norton Rose Fulbright, che ha assistito le banche finanziatrici del progetto per la realizzazione dell’Ospedale dell’Angelo, ha operato con un team guidato dal partner Arturo Sferruzza e composto dall’of counsel Elisabetta Negrini e da Luigi Mazzola.

L’acquisizione è la seconda operazione realizzata da Mirova, tramite i fondi infrastrutturali che gestisce, in Italia dopo l’ingresso nella compagine sociale di Aton per il Progetto, società di progetto che gestisce la concessione per la progettazione la costruzione e la gestione della nuova centrale tecnologica ospedaliera del Policlinico di Udine e di una rete di teleriscaldamento urbano alimentata dalla predetta centrale.

Il Nuovo Ospedale di Mestre è dotato di 680 posti letto, si estende su una superficie complessiva di 260mila metri quadrati (comprensiva della Banca degli Occhi) ed è operativo da aprile 2008.

 

 

Vota questo articolo
Nessun commento

Aggiungi un commento

Accesso

Hai dimenticato la Password?

Registrati

Reset della password
Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.