Cappelli Rccd e Orrick nella trattativa tra Unicredit e Mef su MPS

È il capitolo più atteso di quello che abbiamo imparato a chiamare il risiko bancario. Nella serata del 29 luglio, come riportato da Financecommunity, Unicredit ha sciolto gli indugi e aperto la trattativa che potrebbe portarla a rilevare la quota (o una sua parte) detenuta dal Ministero dell’economia e delle finanza nel Monte dei Paschi di Siena.

La banca guidata da Andrea Orcel in questa delicata partita, che potrebbe diventare il deal dell’anno, secondo quanto Legalcommunity può rivelare, è assistita dallo studio Cappelli Rccd. In particolare, al lavoro sul dossier ci sarebbe l’avvocato Roberto Cappelli (nella foto a destra) che, sempre come rivelato dalla nostra testata, è stato il legale che ha affiancato il ceo di piazza Gae Aulenti fin dal suo arrivo al timone del gruppo.

Dall’altro lato del tavolo della trattativa, invece, troviamo gli avvocati di Orrick. In particolare i soci Patrizio Messina (in foto, a sinistra) e Marco Nicolini (ne avevamo parlato già a novembre, clicca qui).

Nei prossimi giorni si dovrebbe capire anche da chi si farà affiancare Mps sul piano legale.

L’operazione dovrebbe riguardare le attività commerciali della banca più antica del mondo. I quaranta giorni di due diligence serviranno anche a definire un «perimetro selezionato e di adeguate misure di mitigazione del rischio».

In una nota, Unicredit ha sottolineato che «un deal permetterebbe al gruppo di accelerare i piani di crescita organica e agevolare il raggiungimento di ritorni sostenibili superiori al costo del capitale». Mps ha una dote di circa 3,9 milioni di clienti, 80 miliardi di euro crediti alla clientela. A cui si aggiungono 87 miliardi di euro di depositi della clientela, 62 miliardi di euro di masse in gestione. E 42 miliardi di masse in amministrazione.

È interessante guardare i principali presupposti concordati con il Mef per verificare la fattibilità dell’operazione a livello patrimoniale ed economico.

Anzitutto si parla dell’esclusione di contenziosi straordinari non attinenti all’attività di ordinaria gestione bancaria e di tutti i relativi rischi legali, attuali o potenziali. Da lasciar fuori, ci sono anche i crediti deteriorati. Andrà valutata anche l’adeguata copertura di eventuali ulteriori rischi di credito identificati a seguito della due diligence. Inoltre andrà trovato un accordo sulla gestione del personale in funzione del compendio inerente all’esercizio delle attività commerciali, al fine di assicurare un’integrazione agevole, rapida ed efficace del business nel gruppo.

Cappelli Rccd e Orrick nella trattativa tra Unicredit e Mef su MPS

nicola.dimolfetta@lcpublishinggroup.it

Legalcommunity.it

Prima testata di LC Publishing Group, lanciata nell’ottobre 2011, si rivolge a avvocati d’affari, fiscalisti & commercialisti. Si focalizza sul mondo legal, in particolare sull’avvocatura d’affari. Ogni giorno il sito riporta notizie di attualità quali operazioni e relativi advisor, cambi di poltrona, oltre a contenuti di approfondimento e a dati analitici sui trend di mercato.

Inoltre, ogni due settimane, Legalcommunity.it pubblica contenuti su MAG, il primo quindicinale digitale interattivo dedicato alla business community italiana. In ogni numero: interviste a avvocati, general counsel, amministratori delegati, avvocati, banker, advisor, fiscalisti; studi di settore; interviste; report post awards etc. Fra i grandi appuntamenti annuali di Legalcommunity.it per MAG, i fatturati degli studi e la classifica dei 50 Best Lawyers.

MAG è digitale, gratuito e disponibile su App Store, Google Play (MAG LC) e sui portali del Gruppo LC Publishing Group.

Per maggiori informazioni, visita il sito del Gruppo www.lcpublishinggroup.com

LC srl – Via Tolstoi 10 – 20146 Milano – Tel. 0236727659 – C.F./P.IVA 07619210961
REA 1971432 Registro delle Imprese di Milano – Cap. Soc. Euro 10.000,00 i.v.

Copyright 2021 © All rights Reserved. Design by Origami Creative Studio

SHARE

Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su telegram