mercoledì 25 nov 2020
HomeCorporate M&AAutostrade, ecco i legali che seguono la cordata Cdp

Autostrade, ecco i legali che seguono la cordata Cdp

Autostrade, ecco i legali che seguono la cordata Cdp

Cassa Depositi e Prestiti (Cdp), insieme a Blackstone Infrastructure Partners  e Macquarie Infrastructure and Real Assets , ha presentato un’offerta sull’88,06% di Autostrade per l’Italia (Aspi) detenuto da Atlantia.

Secondo quanto risulta a Legalcommunity, Cdp è assistita dagli avvocati degli studi Cappelli Rccd e Clifford Chance. Mentre per Blackstone è al lavoro un team di Legance.

Dall’altra parte del tavolo, al fianco di Atlantia, è confermata la presenza di un team di Gianni Origoni Grippo & Partners, coordinato dal senior partner Francesco Gianni e dal partner Renato Giallombardo, coadiuvati dal senior associate Lavinia Bertini e dall’associate Caterina Pistocchi. Gli aspetti di diritto finanziario sono stati seguiti dal partner Richard Hamilton mentre gli aspetti banking dal partner Giuseppe de Simone e dal senior associate Claudia Lami. I profili amministrativi sono stati seguiti dal partner Antonio Lirosi. I profili fiscali dell’operazione sono stati affidati invece allo studio Maisto.

Lato azionisti, Cleary Gottlieb sarebbe impegnato al fianco di Allianz che, come si ricorderà, aveva già affiancato nell’aprile del 2017 in occasione dell’ingresso del colosso assicurativo nel capitale di Aspi assieme al gruppo cinese Silk Road, all’epoca assistito da Freshfields (qui l’articolo).

L’operazione, si legge in un comunicato, “prevede anche la sottoscrizione di un term sheet volto a disciplinare i principali termini e condizioni e gli assetti di governance di una società di nuova costituzione partecipata da Cdp Equity quale primo azionista, Blackstone e Macquarie, che sarà utilizzata per la realizzazione dell’investimento”.

Il consorzio proporrà ad Atlantia “la sottoscrizione, entro il 28 ottobre, di un memorandum of understanding tra tutte le parti che disciplini in dettaglio i principali termini e condizioni dell’operazione”. Dalla firma del MoU, per circa dieci settimane, le società offerenti effettueranno la due diligence, “ad esito della quale potranno rapidamente finalizzare un’offerta finale per l’acquisto della partecipazione in Aspi”.

LEGGI QUI CHI SONO GLI ADVISOR FINANZIARI IN PARTITA

Vota questo articolo
Nessun commento

Aggiungi un commento

Accesso

Hai dimenticato la Password?

Registrati

Reset della password
Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.