Gli studi nel piano di risanamento di algoWatt e Italeaf

Il 9 luglio è stata completata la sottoscrizione da parte di algoWatt, greentech solutions company quotata sul MTA, della controllante Italeaf, dei finanziatori delle società, nonché del rappresentante unico dei sottoscrittori, del prestito obbligazionario denominato “Algowatt Tv Eur6m+1,5 Dc27 Amort Eur”, quotato sul mercato ExtraMOT PRO, di un accordo finanziario in attuazione di un piano attestato di risanamento, ai sensi dell’art. 67, comma 3, lett. d) della legge fallimentare, dell’esposizione debitoria delle società, volto al riequilibrio delle proprie situazioni finanziarie.

L’accordo prevede, inter alia, il mantenimento di linee di credito, il riscadenziamento di alcune esposizioni nonché l’attribuzione ad alcuni creditori di SFP emessi sia da Italeaf che da algoWatt a titolo di datio in solutum, convertibili in azioni ordinarie di algoWatt, a seguito di un aumento di capitale di quest’ultima.

Gli Istituti Finanziatori sono stati assistiti da Gatti Pavesi Bianchi Ludovici con un team guidato dall’equity partner Luca Faustini (nella foto a sinistra), con l’associate Cosimo Birtolo.

Le società sono state assistite dallo studio legale Fallanca Scicolone & Partners con un team coordinato dall’avvocato Marco Scicolone (nella foto a destra), supportato dall’avvocato Chiara Mariani e dall’avvocato Valentina Bossola per le attività di advisory legale.

Lo studio Russo De Rosa Associati con l’avvocato Marzio Molinari (nella foto al centro) è intervenuto in qualità di rappresentante unico degli obbligazionisti.

redazione@lcpublishinggroup.it

SHARE

Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su telegram