Sky vince con Cleary contro Telenorba alla Corte di Appello di Milano

Con sentenza pubblicata il 24 agosto 2021, la Corte di Appello di Milano ha rigettato l’appello proposto da Telenorba contro la sentenza del Tribunale di Milano che ne aveva già respinto le domande dirette a far accertare un asserito inadempimento di Sky Italia alle obbligazioni previste da un contratto di concessione pubblicitaria e a ottenere il risarcimento di pretesi danni per vari milioni di euro.

Sky Italia è stata assistita dai propri legali interni (Luca Sanfilippo, Liliana Ciliberti e Ludovica Marvasi), che hanno lavorato in squadra con i professionisti di Cleary Gottlieb Roberto Argeri (nella foto), Ferdinando Emanuele, Marco D’Ostuni, Marcello Magri e Alice De Gasparre.

In particolare, Telenorba ha dedotto che Sky Italia si sarebbe resa inadempiente all’obbligazione di vendere spazi pubblicitari sul canale edito dalla stessa Telenorba perché non avrebbe raggiunto il “minimo garantito” asseritamente previsto dal contratto né, comunque, sufficienti livelli di fatturato. Confermando la sentenza di primo grado, invece, la Corte di Appello ha escluso che le clausole contrattuali prevedessero “alcun vincolo a un fatturato minimo garantito” e accertato che Sky Italia si è “puntualmente e costantemente adoperata per svolgere le obbligazioni poste a suo carico nel contratto”.

Sky vince con Cleary contro Telenorba alla Corte di Appello di Milano

nicola.dimolfetta@lcpublishinggroup.it

SHARE

Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su telegram