Rokh, una legal tech per il ciclo di vita del contratto

di giuseppe salemme

Il Roc è una grande aquila mitologica dalle piume bianche, grande e forte abbastanza da riuscire a ghermire un elefante. Una metafora particolarmente azzeccata del panorama legal tech odierno, fatto di molte realtà che si caricano il peso dell’immenso elefante del diritto, per trasportarlo verso nuove prospettive. Rokh è il nome persiano di questa creatura mitologica; ed è il nome della startup che ha fatto di questa immagine il suo logo. Da pochi giorni presente anche sul Microsoft Store (dopo essere stata selezionata lo scorso aprile nel progetto Microsoft for Startups), Rokh si propone agli studi legali come strumento di smart drafting e gestione dell’intero ciclo di vita di un contratto.

MAG ha fatto quattro chiacchiere con il suo amministratore unico, l’avvocato Valentina Maria Palomba, che ne ha raccontato la genesi, le funzionalità, e l’ingresso nel mondo del legal tech italiano. …

PER PROSEGUIRE LA LETTURA CLICCA QUI E SCARICA GRATIS LA TUA COPIA DI MAG

Rokh, una legal tech per il ciclo di vita del contratto

nicola.dimolfetta@lcpublishinggroup.it

SHARE

Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su telegram