mercoledì 23 set 2020
HomeScenariPensa Rossi Galante Boccardi Papa diventa IUSWAY

Pensa Rossi Galante Boccardi Papa diventa IUSWAY

Pensa Rossi Galante Boccardi Papa diventa IUSWAY

Secondo quanto legalcommunity è in grado di anticipare, lo studio legale Pensa Rossi Galante Boccardi Papa da oggi cambia denominazione e diventa IUSWAY. Un’operazione che ha rarissimi precedenti nel mercato del diritto penale dove gli studi legali sono perlopiù basati su brand personali.

I soci hanno compiuto la scelta inedita di intraprendere un percorso di riflessione per ritrovarsi e ridefinirsi intorno ai valori fondanti che hanno segnato la storia di uno dei primi studi associati di penalisti in Italia.

Una strada lunga 30 anni percorsa in nome della difesa dei diritti, «con un futuro tutto da scrivere e la certezza di voler continuare a mettere il diritto al centro del proprio agire», dicono i giuristi. Così nasce IUSWAY, incrociando il latino e l’inglese, definendo un brand che, forte della sua storia, si apre a nuova definizione di sé.

IUSWAY: la difesa dei diritti. Questa la strada, la storia, il futuro.

Il percorso dello studio associato ha inizio nel 1991, quando Jacopo Pensa, che esercitava la professione dal 1972, fondava insieme a Franco Rossi Galante, che lo affiancava da molti anni, uno dei primi studi associati di penalisti. Nel 2000 lo studio cambia una prima volta denominazione con l’associazione di Paola Boccardi, assumendo il nome di Pensa Rossi Galante Boccardi Associati, per divenire poi nel 2011, con l’ingresso nella compagine dei soci di Federico Papa, Pensa Rossi Galante Boccardi Papa Associati.

L’operazione di rebranding non si esaurisce al solo intervento sull’immagine. Gli avvocati di IUSWAY hanno «voglia di futuro». E questo sembra proprio essere il primo passo per la realizzazione di un nuovo progetto professionale.

Vota questo articolo
Nessun commento

Aggiungi un commento

Accesso

Hai dimenticato la Password?

Registrati

Reset della password
Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.