Gli studi nell’acquisizione di Scame da parte di Akros e Itago

La maggioranza azionaria della Scame Forni Industriali di Mareno di Piave nel trevigiano, pmi attiva da quasi quarant’anni nella produzione di forni industriali per il trattamento termico delle leghe speciali, è stata acquisita dalla società H4.0, veicolo di investimento appositamente costituito per un “club deal” a cui hanno aderito alcune selezionate famiglie imprenditoriali del Nord Est.

Il progetto è stato ideato e realizzato da Akos Finance e dal team di Itago.

L’acquirente è stato assistito, per tutti gli aspetti legali relativi alla parte m&a, dallo studio legale Pavia e Ansaldo con un team coordinato dal partner Alberto Bianco (nella foto) e formato da Dario Rovelli e Pierluigi Ariete.

I venditori sono stati assistiti dallo studio legale Rotella Quaini & Associati, con il partner Lamberto Rotella, e dallo studio Corocher – Ornella & Associati. Gli aspetti notarili sono stati curati dallo studio da Andrea Todeschini Premuda di Padova.

 

Gli studi nell’acquisizione di Scame da parte di Akros e Itago

Scrivi un Commento

SHARE

Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su telegram