lunedì 26 ago 2019
HomeCorporate M&AGli studi per l’acquisto del 48,2% del rigassificatore Olt

Gli studi per l’acquisto del 48,2% del rigassificatore Olt

Gli studi per l’acquisto del 48,2% del rigassificatore Olt

Il fondo d’investimento First State Investments, assistito da BonelliErede, ha sottoscritto un accordo vincolate in relazione all’acquisto, per circa 400 milioni di euro, del 48,2% di Olt (Offshore Lng Toscana), corrispondente all’intera partecipazione in Olt detenuta dalla società venditrice, la tedesca Uniper Global Commodities, assistita da Hogan Lovells.

Olt è proprietaria e gestisce il terminale galleggiante “FSRU Toscana” per la rigassificazione di gas naturale liquefatto situato a circa 22 chilometri dalla costa toscana tra Pisa e Livorno, con una capacità massima autorizzata di rigassificazione di 3,75 miliardi di metri cubi all’anno.

Il perfezionamento della compravendita è subordinato all’ottenimento delle autorizzazioni e/o nullaosta delle competenti autorità. Contestualmente alla firma dell’accordo relativo alla compravendita delle azioni, e con efficacia subordinata al closing dell’operazione, è stato sottoscritto un patto parasociale relativamente alla governance e alla circolazione delle partecipazioni di Olt tra, da una parte, Iren e ASA – Azienda Servizi Ambientali (titolari, congiuntamente, del 49,07% del capitale di OLT), assistite da Gattai Minoli Agostinelli & Partners, e, dall’altra parte, First State Investments.

BonelliErede ha assistito First State Investments con un team coordinato dal partner Mario Roli (nella foto), leader del Focus Team Energia Reti Infrastrutture, e composto per la parte corporate dal partner Giuseppe Manzo e della managing associate Livia Cocca, membri dello stesso Focus Team, dall’associate Giulia Elisabetta Uboldi e da Francesco Rigo. Il partner Luca Perfetti e il senior counsel Alessandro Rosi hanno curato i profili di diritto amministrativo dell’operazione, mentre il partner Massimo Merola e il managing associate Omar Diaz i profili antitrust e quelli relativi all’ottenimento dell’autorizzazione governativa ai sensi della normativa c.d. Golden Power. Andrea La Mattina, of counsel, e Giulia Costa hanno agito nell’ambito dell’operazione sugli aspetti di diritto marittimo legati alla due diligence.

Hogan Lovells ha assistito Uniper con un team coordinato dal contry managing partner Luca Picone coadiuvato dalla senior associate Martina Di Nicola.

Gattai Minoli Agostinelli & Partners ha assistito Iren e ASA con il partner Alessandro Dolce e il senior associate Federico Michelini per i profili corporate, e con la partner Silvia D’Alberti e la senior associate Fabiana Campopiano per i profili antitrust.

 

Vota questo articolo
Nessun commento

Aggiungi un commento

Accesso

Hai dimenticato la Password?

Registrati

Reset della password
Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.