giovedì 18 ott 2018
HomeCambio di PoltroneDla Piper raggiunge quota 50 partner

Dla Piper raggiunge quota 50 partner

Dla Piper raggiunge quota 50 partner

Come anticipato dall’ultimo numero di MAG (clicca qui e scarica la tua copia gratuita) DLA Piper continua a crescere in Italia con l’arrivo del professor Niccolò Abriani (nella foto) in qualità di socio.

Abriani, ordinario di Diritto Commerciale all’Università di Firenze e docente alla LUISS, è tra i più autorevoli esperti in Italia di diritto societario e corporate governance con particolare riguardo al sistema dei controlli interni delle società quotate in mercati regolamentati, bancarie ed assicurative. È, inoltre, membro di collegi arbitrali nazionali e internazionali, oltre che commissario giudiziale di concordati preventivi con continuità aziendale.

Il professore è stato tra i protagonisti di alcune delle più delicate operazioni di ristrutturazione aziendale e turnaround management degli ultimi anni, tra cui Acqua Marcia, Molino Stucky e Pramac, nonché di alcune tra le più celebri cause di diritto societario, da Lactalis-Parmalat al recente vicenda TIM.

L’arrivo di Abriani si inserisce nella strategia di sviluppo del team di Corporate Finance guidato da Nino Lombardo e la sua nomina segue l’ingresso di altri due soci Giuseppe Mele da Bonelli Erede e Chiara Anceschi da Freshfields.

Abriani, fanno sapere dallo studio, sarà figura di riferimento di operazioni straordinarie, domestiche e internazionali, e contribuirà alla strutturazione di strumenti ibridi di equity e debito da utilizzarsi nel comporre complesse capital structure.

Con l’ingresso di Abriani, sale a 50 il numero dei soci di DLA Piper in Italia.

Guidato dai managing partner Bruno Giuffrè e Wolf Michael Khüne, lo studio ha chiuso l’ultimo anno con un fatturato di Euro 75,7 milioni nel 2017 e oltre 240 professionisti nei due uffici di Milano e Roma.

«Il nostro processo di lateral hiring è focalizzato su eccellenze assolute, riconosciute come tali nel settore in cui operano, proprio come nel caso di Niccolò», commenta Wolf Michael Kühne, managing Partner di DLA Piper in Italia insieme a Bruno Giuffré, che aggiunge: «Con questo nuovo ingresso lo studio raggiunge i 50 partner, un numero che testimonia la crescita inarrestabile dello Studio e il consolidamento della sua leadership in Italia».

NEL NUOVO NUMERO DI MAG UN SERVIZIO ESCLUSIVO SULLE NUOVE STRATEGIE DELLO STUDIO E LA VISIONE DI MERCATO. CLICCA QUI E SCARICA GRATIS LA TUA COPIA

Vota questo articolo
Nessun commento

Aggiungi un commento

Accesso

Hai dimenticato la Password?

Registrati

Reset della password
Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.