Daniele Ciccolo (Telepass): «Il team legale come una squadra di pallavolo»

di michela cannovale

«Quando, dopo una partita di pallavolo, gli schiacciatori si lamentano della pessima alzata del loro compagno di squadra, io mi innervosisco. Perché? Perché voglio giocatori in grado di colpire bene anche i palloni alzati male. Che non commentino le mosse sbagliate degli altri, ma che le risolvano. Per schiacciare benissimo tutti i colpi!».

Queste sono le parole pronunciate da Julio Velasco, che nel gioco della pallavolo ha segnato un’epoca non solo per le sue doti di dirigente sportivo, ma anche per la capacità di influenzare la generazione di allenatori che lo ha succeduto. A citarle a MAG, nel corso di un’intervista, è Daniele Ciccolo, attuale general counsel di Telepass, messinese di nascita ma milanese d’adozione, una vita da legale in house che lo ha visto iniziare in A2A nel 1997 e poi passare attraverso Metroweb, Fastweb, Netscalibur e Autostrade. In Telepass è entrato nel 2017, quando ancora non esisteva alcun ufficio legale interno. La sua squadra, composta oggi da nove professioniste, oltre che dal data protection officer (Dpo), l’ha creata da zero.

«Chi in passato ha giocato a pallavolo, a calcio, a hockey, o a qualunque altro sport di squadra – racconta Ciccolo – capirà cosa intendo quando dico che, per vincere la partita, è fondamentale la collaborazione di tutti i membri del gruppo. E questo è lo spirito che cerco di passare nel team e in azienda. Che ci si trovi in campo o in sala riunioni, una cosa è certa: abbiamo sempre bisogno degli altri per avere successo. È seguendo questo criterio, oltre che le competenze e le soft skills, che abbiamo scelto, con i colleghi di Hr, i componenti del team legale».

Se quello della collaborazione è un principio certamente valido in molti contesti, lo diventa ancor di più all’interno di un’azienda che, come Telepass, ha subito una notevole trasformazione negli ultimi anni, accrescendo esponenzialmente la propria offerta di servizi. Poiché dove aumentano i servizi, si sa, aumentano contestualmente anche le necessità di competenze legali, ancor più se si tratta di servizi regolati.

«Siamo stati a lungo quelli che facevano solo alzare la sbarra al casello autostradale, poi abbiamo messo il turbo sulla diversificazione dei prodotti e dei servizi. Diversificazione che è stata seguita e costruita fianco a fianco allo sviluppo delle skill legali del gruppo».

In effetti, Telepass, che per anni è stata unicamente un esattore di pedaggi autostradali, si è ormai affermata come protagonista della smart mobility. Piccolo ripasso: la sua app consente, attraverso un unico abbonamento, di pagare l’ingresso in autostrada ma anche il bollo, la revisione e il lavaggio dell’auto, il parcheggio nelle strisce blu urbane e quello nelle zone convenzionate all’interno di stazioni e aeroporti. Permette di accedere all’area C di Milano e di attraversare lo Stretto di Messina, di fare il pieno di carburante (o di elettricità) e di noleggiare monopattini, biciclette e motorini elettrici. Con la stessa app è anche possibile richiedere fino a quattro skipass per sciare tutto l’inverno, acquistare i biglietti del pullman che ci porta a casa a Natale, sottoscrivere l’assicurazione RC Auto o travel e prenotare gli spuntini da ritirare in Autogrill durante il viaggio.  Negli ultimi anni il gruppo ha persino sviluppato Next, un nuovo dispositivo che, installato in auto, costituisce una soluzione per la mobilità che unisce assicurazione, telematica e telepedaggio. Servizi, insomma, tutti collegati alla comodità della mobilità. E sulla base dei quali è nato ed è stato modellato il dipartimento legale in house. Ciccolo spiega infatti che «è stato tenendo presente l’evoluzione dell’offerta di Telepass, oggi IMEL (Istituto di Moneta Elettronica) ibrido, che abbiamo calibrato la formazione della squadra legale, importando le diverse skill necessarie a seconda del prodotto pensato per il pubblico. La prima urgenza, per esempio, è stata la protezione dei dati sensibili, così abbiamo cercato un data protection officer. Serviva un legale esperto in materia di pagamenti, un legale che avesse capacità consumeristiche ed in materia di comunicazione al cliente, chi gestisse la crescente complessità societaria del gruppo, chi avesse esperienza in materia di assicurazioni, un legal privacy officer, chi si occupasse di reti distributive e di proprietà intellettuale, per citare solo alcune delle competenze di cui abbiamo avuto bisogno. Oggi il team conta 10 risorse (ma vogliamo far crescere ancora la squadra), tutte specializzate ma trasversali, così da poter lavorare insieme, e tutte in grado di coniugare saldamente l’ottica legale a quella business. Se così…

PER PROSEGUIRE LA LETTURA CLICCA QUI E SCARICA LA TUIA COPIA DI MAG

Daniele Ciccolo (Telepass): «Il team legale come una squadra di pallavolo»

nicola.dimolfetta@lcpublishinggroup.it

Legalcommunity.it

Prima testata di LC Publishing Group S.p.A. lanciata nell’ottobre 2011, si rivolge a avvocati d’affari, fiscalisti & commercialisti. Si focalizza sul mondo legal, in particolare sull’avvocatura d’affari. Ogni giorno il sito riporta notizie di attualità quali operazioni e relativi advisor, cambi di poltrona, oltre a contenuti di approfondimento e a dati analitici sui trend di mercato.

Inoltre, ogni due settimane, Legalcommunity.it pubblica contenuti su MAG, il primo quindicinale digitale interattivo dedicato alla business community italiana. In ogni numero: interviste a avvocati, general counsel, amministratori delegati, avvocati, banker, advisor, fiscalisti; studi di settore; interviste; report post awards etc. Fra i grandi appuntamenti annuali di Legalcommunity.it per MAG, i fatturati degli studi e la classifica dei 50 Best Lawyers.

MAG è digitale, gratuito e disponibile su App Store, Google Play (MAG LC) e sui portali del Gruppo LC Publishing Group S.p.A.

Per maggiori informazioni, visita il sito del Gruppo www.lcpublishinggroup.com

LC Publishing Group S.p.A. – Via Tolstoi 10 – 20146 Milano – Tel. 0236727659 – C.F./P.IVA 07619210961
REA 1971432 Registro delle Imprese di Milano – Cap. Soc. Euro 50.000,00 i.v.

Copyright 2023 © All rights Reserved. Design by Origami Creative Studio

SHARE

Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su telegram