venerdì 27 nov 2020
HomeScenariBär & Karrer: ecco perché lavoriamo tanto con l’Italia

Bär & Karrer: ecco perché lavoriamo tanto con l’Italia

Bär & Karrer: ecco perché lavoriamo tanto con l’Italia

C’è uno studio legale che fa capolino tra le prime trenta insegne legali che hanno lavorato alle operazioni di fusione e acquisizione avvenute in Italia nel 2017. E che lo fa posizionandosi al 22esimo posto della classifica di Mergermarket per valore delle operazioni di seguite, incrociata con i dati delle operazioni riportate da legalcommunity.it nel corso dell’anno (si veda il numero 94 di MAG). Ma non si tratta di una firm italiana bensì di una storica insegna svizzera: Bär & Karrer. Uno studio legale che opera come una società per azioni e che, fondato nel 1969 a Zurigo, è presente anche a Lugano dal 1992, a Zugo dal 1995 e a Ginevra dal 2000.

Nello specifico, lo studio ha lavorato lo scorso anno a tre dossier che hanno coinvolto almeno una parte italiana: l’acquisizione, da parte di AZ Swiss & Partners (filiale svizzera del gruppo Azimut) dell’intero capitale di SDB Financial Solutions – con un team formato da Paolo Bottini (nella foto), Edoardo BuzziPaolo Ader che ha supportato l’acquirente; l’acquisto di Allfunds Bank da Santander Asset Management e Intesa Sanpaolo (con Eric Stupp e Stephanie Walte al fianco delle banche finanziatrici Goldman Sachs e Bank of America Merrill Lynch); e il rilevamento di una quota del 70% di Progetto Dentale Apollonia da parte Swiss Smile Schweiz (affiancata da Ricardo Marino, Lukas Scherer e Susanne Schreiber).

CLICCA QUI E SCARICA GRATIS LA TUA COPIA DI MAG PER CONTINUARE A LEGGERE L’ARTICOLO

Vota questo articolo
Nessun commento

Aggiungi un commento

Accesso

Hai dimenticato la Password?

Registrati

Reset della password
Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.