mercoledì 11 dic 2019
HomeScenariAvvocati d’affari e il paradigma della nuova leadership

Avvocati d’affari e il paradigma della nuova leadership

Avvocati d’affari e il paradigma della nuova leadership

di nicola di molfetta

 

Torna l’annuale appuntamento con L’Avvocato dell’Anno, lo speciale che MAG dedica ai cinquanta professionisti dell’avvocatura d’affari nazionale che si sono maggiormente distinti nel corso degli ultimi dodici mesi.

Questa edizione, in scia alle precedenti e con un approccio ancora più marcato, delinea i tratti dei nuovi leader del mercato dei servizi legali. Sempre meno avvocati di potere nel senso di avvocati dei potenti e sempre più avvocati del potere perché professionisti del poter fare.

Parliamo di giuristi che si sono messi in luce non solo per l’attività (in senso tecnico-giuridico) svolta nel corso dell’anno e la rilevanza delle loro relazioni, ma anche (e in molti casi soprattutto) per essere stati punto di riferimento in quel processo di evoluzione strategica che stanno attraversando le organizzazioni di cui sono parte.

Interpreti del cambiamento. Soggetti visibili (mediaticamente). Innovatori (non solo sul piano tecnologico). E attivi a livello internazionale.

 

 

La video-intervista all’Avvocato dell’Anno (cliccate qui sopra per guardarla) è illuminante da questo punto di vista. E racconta chiaramente il nuovo paradigma della leadership confermando la tendenza che avevamo cominciato a tratteggiare già due edizioni fa (si veda il numero 90 di MAG).

La sempre maggiore complessità di queste strutture, così come la sempre maggiore varietà di funzioni e servizi offerti al mercato, stanno necessariamente ridefinendo i tratti salienti di chi occupa posizioni di rilievo così come di chi opera nei diversi settori di queste organizzazioni.

Il discorso al plurale è indispensabile. Perché, per quanto ancora verticistiche e gerarchizzate, queste realtà fondano sempre di più il loro successo e la loro crescita sulla capacità di funzionare in maniera armonica e collegiale. «Il nuovo leader – dice Claudia Parzani – ha la capacità di portare gli altri con sé. Ha la squadra, divide con la squadra, ispira e sa chiedere».

Quando gli studi legali erano il regno di uno, i leader ordinavano, pretendevano e progredivano individualmente. Ma la forza (talvolta immensa) di uno, era anche la debolezza dello studio le cui sorti finivano con l’essere inevitabilmente legate alle vicende e alla parabola dell’individuo.

Nella nuova concezione di studio legale, sempre più simile all’azienda, l’avvocato che «ha il potere di fare – per continuare a usare le parole di Parzani, european managing partner di Linklaters – è anche l’avvocato che ha la responsabilità di fare anche altre cose», valorizzando il proprio talento nell’interesse non solo dello studio ma della società intesa nel senso più ampio. È (anche) in questo che si sostanzia l’istituzionalizzazione a lungo inseguita dalle law firm di casa nostra.

Avete letto “La nazione delle piante” di Stefano Mancuso? Se non lo avete ancora fatto, ve lo consiglio caldamente. Si tratta di un libro molto agevole che racconta la Carta dei diritti delle piante immaginata da questo straordinario neurobiologo vegetale. Si tratta di un testo capace di ispirare riflessioni anche in tema di organizzazione.

Io sono rimasto colpito dalla grande quantità di analogie che si possono ricavare dalla lettura dell’articolo 3 di questa sorta di Costituzione Verde costruita dall’autore con alcuni dei temi più attuali che si affrontano quando si parla di organizzazione degli studi. “La nazione delle piante non riconosce le gerarchie animali, fondate su centri di comando e funzioni concentrate e favorisce democrazie vegetali diffuse e decentralizzate”.  La forza di questi organismi sta ne fatto di non avere alcun organo fondamentale e di distribuire sul loro «intero corpo tutte quelle funzioni che gli animali concentrano in organi specializzati».

Non so se sarà mai possibile arrivare alla realizzazione dell’utopia della leadership diffusa nel mercato dei servizi legali. A dir la verità non credo. Ma nella dimensione che stiamo descrivendo, le individualità torneranno a essere rilevanti seppure inserite all’interno di un’organizzazione che ancorché condurre alla spersonalizzazione sarà sempre più mirata alla valorizzazione dei talenti e al loro coordinamento.

Il primo compito dei nuovi leader del mercato legale sarà proprio costruire i ponti necessari a completare questo passaggio. Che prima ancora di essere una questione di business, sarà un fondamentale salto culturale.

 

Agorà
– LEGANCE PUNTA SUL PENALE CON BERTOLINI CLERICI
– NOMURA, FRANCESCO BERTOCCHINI NUOVO MANAGING DIRECTOR
– CDP, LE FONDAZIONI SCELGONO GIOVANNI GORNO TEMPINI PER LA PRESIDENZA
– EXPRIVIA: GRECO NUOVO RESPONSABILE DEGLI UFFICI AMMINISTRATIVI E FISCALI
– ALDO CARRABINO È IL NUOVO CFO DI FORGITAL
– DELFINO E ASSOCIATI CRESCE CON COVA E PETRONIO
– TOFFOLETTO DE LUCA TAMAJO CRESCE CON DRAMIS AMMIRATI
– BURGER KING: AGOSTA HEAD OF LEGAL & COMPLIANCE E PRIVACY RESPONSIBLE
– BPER, STEFANO BESTETTI NUOVO RESPONSABILE CLIENTI PRIVATI WEALTH MANAGEMENT
– PAOLO RAINELLI E ROBERTO ARGERI NUOVI COUNSEL DI CLEARY GOTTLIEB
– UGHI E NUNZIANTE, LATIN AMERICAN DESK CON EDUARDO LORENZETTI MARQUES
– APRE A MILANO LO STUDIO LEGALE VEDOVATI
– NASCE LO STUDIO LEGALE TRIBUTARIO DAL SANTO VANNINI
– IP, A MILANO SBARCA ACUMINIS

Il barometro del mercato
LO STATO EMETTE IL NUOVO BTP ITALIA
Nel frattempo sul mercato si muovono i fondi per comprare aziende e npl

Il bilancio
LITTLER, LAVORO IN CORSO
MAG ha incontrato Majer e Ratti per fare il punto sullo studio a quasi due anni dal suo arrivo in Italia. «Il 2020 dovrà essere l’anno dell’ulteriore posizionamento dello studio e della sua crescita anche tramite l’innesto di nuovi professionisti in possesso di un loro pacchetto di clientela»

Strategie
FACCHINI ROSSI MICHELUTTI PUNTA ALLA TAGLIA 30
Dopo l’arrivo del nuovo name partner, la boutique attiva nella fiscalità d’impresa cerca professionisti. Ma le dimensioni non sono il fine. L’estero? Occhi puntati su Londra

Speciale
L’AVVOCATO DELL’ANNO
Ecco i 50 numeri uno dell’avvocatura d’affari italiana nel 2019. I 50 professionisti che hanno lasciato il segno nel corso dell’ultimo anno secondo legalcommunity.it
di nicola di molfetta
illustrazioni a cura di roberta mazzoleni

Dalla mole
GEBBIA BORTOLOTTO SBARCA A MILANO
«Il lavoro del penalista si sta svincolando sempre di più dall’assistenza “vecchia maniera”», dice Bortolotto a MAG. «Cercheremo di rimanere autonomi, abbiamo lavorato molto per costruire un’identità ben definita»
di giuseppe salemme

L’agenda
PANSINI (ANF): «BASTA PIANGERSI ADDOSSO»
Arrivano le specializzazioni. Il Consiglio di Stato ribadisce la funzione di servizio della professione. Il segretario generale dell’Associazione Nazionale Forense discute con MAG l’attuale scenario: «La professione non si esercita più come trent’anni fa»

Legaltech
KOPJRA SI PREPARA A UN NUOVO ROUND DI RACCOLTA
L’azienda fondata da Grotto, Casadio e Scapin punta a un milione. Intanto, lancia due nuovi prodotti. Grotto a MAG: «Abbiamo iniziato una manovra di riposizionamento strategico»

Focus lavoro
ALCUNI “PERCHÉ” DI UNA POLITICA AZIENDALE IN TEMA DI DIVERSITÀ
di giulietta bergamaschi

Diverso sarà lei
DIVERSITÀ ETNICA: BOCCIATI GLI STUDI OLTREMANICA
di ilaria iaquinta

L’intervista
COMPLIANCE, QUESTIONE ETICA
Il group general counsel di Leonardo, Andrea Parrella, racconta a MAG l’evoluzione della funzione. «L’integrità per noi è un valore fondante, uno dei sette pilastri del “framework leadership”»
di ilaria iaquinta

Frontiere
ILLIMITY BANK: IL LEGAL È DISRUPTIVE
Il general counsel Giovanni Lombardi racconta a MAG la genesi della direzione legale della banca e l’operatività dell’ultimo anno fino a oggi. Un team snello e innovativo

Finanza e diritto… a parole
IL REBUS DEL CONTRATTO INTELLIGENTE
a cura di Barabino & Partners Legal

Follow the money
L’ECONOMIA DEL MARE VALE 3MILA MILIARDI MA È UN BUSINESS A RISCHIO
di laura morelli

Faccia a faccia
INTRUM PUNTA SULL’ITALIA E VA A CACCIA DI UTP
Parla il presidente Giovanni Gilli: «Abbiamo molte risorse da investire nel Paese». Consolidamento? «Sì ma non siamo obbligati». Entro l’estate nuovo headquarter in Porta Nuova
di laura morelli

Real estate
MILANO SANTA GIULIA, UN BENCHMARK PER IL FUTURO
Progetto-cerniera nell’area sud-orientale del capoluogo lombardo, punta a segmentare l’offerta abitativa e creare un quartiere intragenerazionale. Ne abbiamo parlato con Davide Albertini Petroni di Risanamento e Corrado De Francisco di Lendlease
di massimo gaia

Fintech
LA BANCA DIGITALE GUARDA ALLE PMI
Appena sbarcata in Italia, Penta, la piattaforma per il business banking punta a raggiungere cinquemila clienti in sei mesi. Ne abbiamo parlato con il co-founder e cmo Matteo Concas

Speciale Awards 2019
LEGALCOMMUNITY MARKETING AWARDS 2019: I VINCITORI
I protagonisti del settore sono stati celebrati in una esclusiva serata di gala

Aaa… Cercasi
La rubrica Legal Recruitment by legalcommunity.it registra questa settimana otto posizioni aperte, segnalate da sei studi legali

Kitchen Confidential
PINO CUTTAIA: AMBASCIATORE DEL MEDITERRANEO
Lo chef siciliano ha investito in un progetto di ospitalità e ristoro a Licata, città natale e sede del convivio ‘Nnumari, per promuovere l’etica a tavola e la sostenibilità delle filiere
di francesca corradi

Startup
UN “CERVELLONE” PER GLI ORDINI, NELLA RISTORAZIONE
di francesca corradi

Calici e pandette
TROUSSET GUILLEMART ROSÉ, BOLLICINE DALLA IONOSFERA
di uomo senza loden

Le tavole della legge
IL PARADISO “VICHINGO” DELLA CARNE
di francesca corradi

Vota questo articolo
Nessun commento

Aggiungi un commento

Accesso

Hai dimenticato la Password?

Registrati

Reset della password
Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.