Ashurst, DLA Piper, Gitti e Linklaters nella cessione di EidosMedia

Gitti and Partners, DLA Piper, Linklaters e Ashurst hanno agito quali advisor nell’ambito della cessione del gruppo EidosMedia da parte del fondo Hg Capital in favore di Capza, fondo francese attivo nel settore delle pmi.

Il gruppo EidosMedia, specializzato in content management e cross-media publishing per i media e il settore finanziario, era stato acquistato dal fondo Hg Capital nel 2015 da altri due private equity, Aksìa Group sgr e Wise sgr.

Nell’operazione, Gitti and Partners ha assistito Capza con un team multidisciplinare composto dai partner Stefano Roncoroni (nella foto a sinistra) e Jessica Fiorani, dagli associate Valeria Pistoni, Sara Schiuma, Francesca Annibale e Valeria Ramponi, dai junior associate Antonino Di Salvo, Elisa Pettiti e Marco La Croix, per i profili corporate, dalla counsel Elisa Mapelli per i profili giuslavoristici, nonché dal partner Gianluigi Strambi e dall’associate Luciano Chirico per gli aspetti fiscali. Gli aspetti di banking and finance relativi all’emissione di un prestito obbligazionario senior e di un prestito mezzanino sono stati seguiti dai counsel Domenico Patruno e Valentina Compiani e dall’associate Filippo Sanna.

DLA Piper, con un team multidisciplianare ed internazionale guidato da Luca Gori (partner) e Deepa Parmar (senior associate) ha assistito Capza per i profili dell’operazione di diritto inglese, US, francese, tedesco, cinese e australiano.

Linklaters ha assistito il fondo Hg Capital con un team multidisciplinare guidato dal partner Giorgio Fantacchiotti (nella foto, a destra), coadiuvato dal trainee Marco Buffon per gli aspetti corporate e di diritto societario italiano e dal partner Ben Rodham e dalla managing associate Kimberley Low per gli aspetti corporate e di diritto societario inglese. Gli aspetti banking sono invece stati curati dal managing associate Alessandro Tanno e dall’associate Ilaria Bertolazzi mentre gli aspetti capital markets dalla counsel Linda Taylor e dall’associate Matteo Pozzi.

Ashurst ha assistito Kartesia, fondo di private debt che ha finanziato, mediante la sottoscrizione di un prestito obbligazionario, il rimborso di parte dell’indebitamento esistente del gruppo EidosMedia, con un team cross-border guidato dal banking partner Mario Lisanti, supportato da Gian Luca Coggiola (counsel), Francesca Cioppi (associate), Martina Riva (trainee), Davide Cipolletta (trainee) e Amedeo Bardelli (stagiaire); il tax partner Michele Milanese ed il trainee Federico Squarcia hanno fornito consulenza su alcuni aspetti fiscali dell’operazione; il team tedesco è stato guidato dal banking partner di Francoforte Anne Grewlich, con il supporto di Alexandra Heitmann (senior associate), Emilie Veyran-Müller (associate) e Kerstin Hartmann (transaction manager); il banking partner di New York Michael Neary ha fornito consulenza su alcune questioni di diritto statunitense, supportato da Misha Daha (counsel) e Ana Namaki (law clerk), mentre il banking partner lussemburghese Fabien Debroise ha fornito consulenza su alcuni profili lussemburghesi dell’operazione, con il supporto di Ludmilla Bouchez-Lecuy (associate) e Anna Kozakiewicz (associate). Un altro team di Ashurst, guidato da Annalisa Santini (counsel) e comprendente anche Daniele Dainese (trainee), ha assistito US Bank Trustees Limited, in qualità di security agent in relazione all’emissione obbligazionaria e al relativo pacchetto di garanzie. 

Gli aspetti notarili dell’operazione sono stati seguiti da Giovannella Condò dello studio Milano Notai.

redazione@lcpublishinggroup.it

SHARE

Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su telegram