lunedì 26 ago 2019
HomeBancarioAnnunziata&Conso, un network per tre

Annunziata&Conso, un network per tre

Annunziata&Conso, un network per tre

C’era una volta la boutique legale. E c’è ancora, anche se ha cambiato pelle. Tra le tante storie che raccontano come il settore stia evolvendo verso forme innovative di esercizio della professione, quella di Annunziata & Conso si mette in luce per almeno due peculiarità: organizzazione ed efficienza.

Oggi, infatti, sotto il marchio Annunziata&Conso opera una rete di specialisti in materia “finanziaria” articolato in tre società.

L’ultima nata è quella attraverso cui opera lo studio professionale ed è costituita sotto forma di società tra avvocati. A questa, poi, si affianca una società di revisione che si occupa di audit e compliance.

Si tratta di strutture interconnesse, con un focus comune sui mercati finanziario, bancario, assicurativo e societario, che offrono una gamma di servizi di assistenza variegata, che spazia dalla consulenza continuativa alle operazioni straordinarie, dalla gestione dei sistemi di controllo al contenzioso, sfruttando il consolidato e pluriennale know-how ed expertise dei professionisti che vi operano. «Abbiamo costruito un modello organizzativo e di gestione che valorizza le specializzazioni individuali – spiega a MAG l’avvocato Andrea Conso (nella foto) co-fondatore, assieme al professor Filippo Annunziata, dello studio nel 2014 –. All’atto pratico, in Annunziata&Conso abbiamo la possibilità di costituire, di volta in volta, team dedicati alla gestione dei singoli incarichi, attingendo alle migliori professionalità e specializzazioni delle quali si dispone».

In tutto, la rete conta 25 professionisti. «La dimensione fa qualità – dice Conso -. Se si è troppo grandi si hanno costi maggiori e, per non perdere profittabilità, si è costretti ad allargare il proprio campo d’azione derogando inevitabilmente alla specializzazione. Noi abbiamo una struttura modulare e orizzontale in cui tutti i livelli professionali sono operativi. Non ci sono soci che si limitano a fare i rainmaker. È questo che ci distingue e che ci consente anche di mantenere standard elevati in tutte le attività che prestiamo».

Il ricorso a veicoli societari, inoltre, punta a fare efficienza e al tempo stesso a non creare sovrapposizioni di ruoli. «Abbiamo organizzato le nostre competenze in maniera omogenea, assecondando le qualità e le specializzazioni dei singoli gruppi di professionisti, puntando sulla produzione di sinergie».

Nella società di revisione, ad esempio, lavorano principalmente…

PER PROSEGUIRE LA LETTURA CLICCA QUI E SCARICA GRATIS LA TUA COPIA DI MAG

Vota questo articolo
Nessun commento

Aggiungi un commento

Accesso

Hai dimenticato la Password?

Registrati

Reset della password
Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.