mercoledì 23 set 2020
HomeLegaltechAcquisizione di prove digitali? Se ne occupa il software

Acquisizione di prove digitali? Se ne occupa il software

Acquisizione di prove digitali? Se ne occupa il software

Giuffrè Francis Lefebvre e la legal tech Kopjra hanno dato vita a un software in cloud dedicato all’acquisizione forense di contenuti online, secondo le best practice internazionali dell’informatica forense, ovvero lo standard ISO/IEC 27037:2012.
Il tool si chiama Cliens Prova Digitale e automatizza il processo di acquisizione forense della navigazione e genera un pacchetto di evidenza forense contenente la prova del fatto che i contenuti visualizzati erano online a una certa data e ora, nel rispetto di tutti i requisiti necessari affinché un giudice possa ritenere valida la prova digitale acquisita.

Cliens Prova Digitale permette di acquisire le pagine web di interesse e tutti i contenuti, multimediali e non, messi a disposizione in tali pagine web (testi, immagini, video, documenti e più in generale file disponibili per il download). Infine Cliens Prova Digitale redige, in automatico, la relazione metodologica necessaria affinché la prova digitale acquisita sia utilizzabile in giudizio.

«Stiamo investendo nei software legal tech perché crediamo fortemente nella digitalizzazione delle professioni legali, un impegno che vede in prima linea anche il gruppo internazionale Lefebvre Sarrut di cui facciamo parte -, ha commentato Stefano Garisto, Direttore Generale di Giuffrè Francis Lefebvre (nella foto, a sinistra) -. Per questo abbiamo scelto Kopjra, una software house d’eccellenza nel legal tech che ha sviluppato un know how imbattibile grazie a molti anni di consulenze in questo settore». Kopjra, che nel corso degli ultimi sei anni ha affiancato alcune decine di clienti, è stata consulente tecnico di parte di grandi nomi come Mediaset, SIAE e Sky in contenziosi nei quali sono state prodotte prove digitali.

«Cliens Prova Digitale è la soluzione tecnologicamente più avanzata disponibile oggi sul mercato perché, semplificando molto, si basa su tecnologie all’avanguardia (container e orchestratore) che consentono di avere livelli altissimi di efficienza nell’acquisizione forense delle prove digitali, la massima automazione possibile del processo e i più elevati standard di sicurezza informatica e delle informazioni -, ha dichiarato Tommaso Grotto, Chief Executive Officer di Kopjra (nella foto, a destra) -. Con questa soluzione la tecnologia si esprime al massimo del suo potenziale perché automatizza e garantisce la conformità del processo riducendo di conseguenza i tempi e abbattendo i costi, anche di dieci volte rispetto ad altre modalità di acquisizione forense».

 

Vota questo articolo
Nessun commento

Aggiungi un commento

Accesso

Hai dimenticato la Password?

Registrati

Reset della password
Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.