Legance con Padania Acque nel maxifinanziamento per l’idrico della provincia di Cremona

Legance – avvocati associati ha assistito Padania Acque e il pool di banche finanziatrici nella strutturazione e perfezionamento della maxi operazione di finanziamento da 134,5 milioni di euro per gli investimenti nelle infrastrutture idriche della Provincia di Cremona sino al 2043.

Il pool di otto banche, coordinate dal gruppo Intesa Sanpaolo – finanziatore e banca agente, è composto da Intesa Sanpaolo, UBI Banca, Banco BPM, Crédit Agricole-Cariparma, MPS Capital Services, Credito Padano, Credito Valtellinese e Cassa di Risparmio di Bolzano-Sparkasse.

Il team di Legance è stato guidato dalla senior partner Monica Colombera (nella foto a sinistra) e gestito dal counsel Simone Ambrogi (nella foto a destra), con il supporto dell’associate Ilaria Rosa e si è occupato dell’assistenza a tutte le parti, in qualità di project counsel, nella stesura, negoziazione e perfezionamento di tutta la documentazione finanziaria.

L’operazione di finanziamento, strutturata come un project finance fully amortizing senza ricorso a garanzie da parte dei soci, rappresenta una pietra miliare nel finanziamento del servizio idrico integrato, con una durata ventennale e una delle prime strutture finanziarie nell’ambito nuova regolazione tariffaria MTI-3 emanata dall’Autorità di Regolazione per l’Energia le Reti e l’Ambiente.

Alla strutturazione dell’operazione hanno lavorato direttamente i vertici di Padania Acque: il presidente Claudio Bodini, l’amministratore delegato Alessandro Lanfranchi e il direttore generale Stefano Ottolini.

Advisor industriale e finanziario Agenia, con il partner Giovanni Caucci che ha predisposto il piano economico e finanziario sottostante l’operazione di finanziamento.

redazione@lcpublishinggroup.it

SHARE

Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su telegram