domenica 29 nov 2020
HomeNon categorizzatoLATHAM E LINKLATERS NELL’EMISSIONE DI MARCOLIN

LATHAM E LINKLATERS NELL’EMISSIONE DI MARCOLIN

LATHAM E LINKLATERS NELL’EMISSIONE DI MARCOLIN

Marcolin, società leader nella produzione, nel design e nella distribuzione di occhiali da sole e da vista di marca, controllata dal fondo di private equity PAI Partners, ha lanciato un'emissione obbligazionaria high yield da 200 milioni con cedola pari a 8.50% e con scadenza 2019. Inoltre, Marcolin ha firmato un accordo di finanziamento revolving di 25 milioni concesso da un pool di banche. Le obbligazioni verranno utilizzate per finanziare l'acquisizione di Viva International, società americana attiva nello stesso settore di Marcolin, annunciata pochi giorni fa, e per rifinanziare l'indebitamento dell'emittente. Il Gruppo Marcolin, fondato nel 1961, è presente in 100 paesi con 12 società di distribuzione. E' uno dei maggiori rivenditori mondiali di occhiali ed ha un portfolio, in proprietà o in licenza, di marchi conosciuto mondialmente tra i quali 55DSL, Balenciaga, Cover Girl Eyewear, Diesel Shades, DSquared2 Eyewear, Just Cavalli Eyewear, Kenneth Cole New York, Kenneth Cole Reaction, Montblanc Eyewear, Roberto Cavalli Eyewear, Swarovski, Timberland, Todà Eyewear, e Tom Ford Eyewear. Latham & Watkins ha assistito Marcolin per gli aspetti di diritto americano, italiano e inglese relativi all'operazione di capital markets con un team composto da Jeff Lawlis (in foto), Antonio Coletti, Ryan Benedict, Isabella Porchia, Roberto Reyes Gaskin e Francesca Ayvazian dell'ufficio di Milano, per gli aspetti inglesi ed italiani relativi all'operazione di finanziamento con Lorenzo Vernetti, Dominic Newcomb, Marco Leonardi e Christopher Friel degli uffici di Milano e Londra e per gli aspetti americani ed inglesi in materia fiscale con Jocelyn Noll, Kurt Rajpal e Karl Mah degli uffici di New York e Londra. Latham & Watkins aveva assistito Marcolin anche nella negoziazione dell'accordo per l'acquisizione di Viva International. Linklaters ha assistito Goldman Sachs, Banca IMI, Natixis, Unicredit e IKB Deutsche Industriebank, in qualità di initial purchasers per l'emissione obbligazionaria e di banche finanziatrici per l'accordo di finanziamento con un team composto dai soci Davide Mencacci e Andrea Arosio che includeva i managing associates John Bona e Antongiulio Scialpi e l'associate Diego Esposito. Per gli aspetti americani, invece, hanno agito Alexander Naidenov e Cason Moore dell'ufficio di Londra.

Vota questo articolo
Nessun commento

Aggiungi un commento

Accesso

Hai dimenticato la Password?

Registrati

Reset della password
Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.