Italgas cresce nella gestione del servizio gas in Sardegna. Legance, Grimaldi e Pinza gli studi

Italgas ha concluso ieri l’acquisizione da Conscoop, società cooperativa con sede in Forlì, dell’intero capitale sociale di Isgas33, società titolare della concessione per la gestione del servizio gas nel Bacino 33 in Sardegna.

Con il completamento dell’operazione, la cui valorizzazione (enterprise value) è di circa 25 milioni di euro, salgono a 18 (su 38) i Bacini in cui Italgas è presente in Sardegna. Inoltre con l’acquisizione di questa rete, Italgas, attraverso la sua controllata Medea ha: (i) circa 1.400 km di reti per il gas naturale, due terzi dei quali già in esercizio, (ii) circa 250 km di reti alimentate a GPL la cui conversione – in corso – sarà completata entro il 2021 e (iii) circa 600 km di reti alimentate ad aria propanata nei Comuni di Cagliari, Sassari, Nuoro ed Oristano, che saranno convertiti a gas naturale.

Legance ha assistito Italgas con un team multidisciplinare guidato dalla partner Alberta Figari e dal counsel Jacopo Garonna (nella foto), coadiuvati per gli aspetti corporate M&A dall’associate Eleonora Furio. Internamente, l’operazione è stata seguita dal team legale inhouse di Italgas con Alessio Minutoli, Maria Carmela Macrì e Valentina Piacentini.

Conscoop è stata assistita dallo studio legale Pinza con l’avvocato Roberto Pinza.

Grimaldi studio legale ha assistito il pool di banche composto da BPER, Banco di Sardegna e Iccrea nelle attività connesse con il rimborso da parte di Isgas33 del proprio debito bancario nel contesto del closing con l’avvocato Matteo Trabacchin.

I profili notarili dell’operazione sono stati curati dallo studio notarile Trimarchi Colonna & Partners, con Stefano Dolcini.

redazione@lcpublishinggroup.it

SHARE

Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su telegram