Gli ALSP sono ancora i competitor degli studi legali?

di ilaria iaquinta

Mentre nel nostro Paese il mercato dei servizi legali alternativi (ALSP – alternative legal services providers) si allarga con la comparsa di nuovi player (ne abbiamo parlato su MAG 157), negli USA raggiunge un livello di maturità altissimo.

Oltreoceano, le direzioni affari e gli studi d’affari si affidano agli ALSP per un numero sempre più cospicuo di attività e il comparto vale, a fine 2019, quasi 14 miliardi di dollari.

A rilevarlo è un sondaggio condotto da Thomson Reuters in collaborazione con Georgetown Law and Saïd Business School. Secondo la ricerca, a usare i fornitori di servizi legali alternativi per un numero crescente di esigenze legali è il 79% delle law firm del campione analizzato e il 71% dei team legali in house. Percentuali in crescita rispetto a quelle registrate nel 2016 pari rispettivamente al 51% e al 61%.

Non solo gli ALSP vengono usati di più, ma anche, dicevamo, per un numero maggiore di attività. Nel dettaglio, gli studi utilizzano in media 3,7 linee di servizio oggi rispetto alle 2,4 del 2016 e gli uffici legali interni ne usano mediamente 2,7 rispetto alle 1,8 di cinque anni fa.

Nelle firm, le principali aree in cui vengono utilizzati gli ALSP sono i servizi di e-discovery (45%), di ricerca legale (44%) e supporto in contenziosi e indagini (39%); nelle direzioni in house servizi di compliance e rischio normativo (35%), di ricerca legale (29%) e servizi specializzati forniti da avvocati abilitati (26%).

A leggere i dati, la domanda sorge spontanea: tra studi d’affari e servizi legali alternativi intercorrono rapporti di concorrenza o di collaborazione? Sembrerebbe la seconda, contrariamente rispetto a quanto accadeva fino a qualche tempo fa…

Non solo le law firm usano gli ALSP più delle direzioni affari legali interne, ma lo fanno anche per un maggior numero di attività. Cosa ne pensano i clienti? A loro questa sinergia piace… metà degli in house intervistati ha dichiarato di preferire che gli studi gestiscano autonomamente gli ALSP per garantire un’alta qualità del servizio…

Gli ALSP sono ancora i competitor degli studi legali?

Legalcommunity.it

Prima testata di LC Publishing Group, lanciata nell’ottobre 2011, si rivolge a avvocati d’affari, fiscalisti & commercialisti. Si focalizza sul mondo legal, in particolare sull’avvocatura d’affari. Ogni giorno il sito riporta notizie di attualità quali operazioni e relativi advisor, cambi di poltrona, oltre a contenuti di approfondimento e a dati analitici sui trend di mercato.

Inoltre, ogni due settimane, Legalcommunity.it pubblica contenuti su MAG, il primo quindicinale digitale interattivo dedicato alla business community italiana. In ogni numero: interviste a avvocati, general counsel, amministratori delegati, avvocati, banker, advisor, fiscalisti; studi di settore; interviste; report post awards etc. Fra i grandi appuntamenti annuali di Legalcommunity.it per MAG, i fatturati degli studi e la classifica dei 50 Best Lawyers.

MAG è digitale, gratuito e disponibile su App Store, Google Play (MAG LC) e sui portali del Gruppo LC Publishing Group.

Per maggiori informazioni, visita il sito del Gruppo www.lcpublishinggroup.com

LC srl – Via Tolstoi 10 – 20146 Milano – Tel. 0236727659 – C.F./P.IVA 07619210961
REA 1971432 Registro delle Imprese di Milano – Cap. Soc. Euro 10.000,00 i.v.

Copyright 2021 © All rights Reserved. Design by Origami Creative Studio

SHARE

Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su telegram