domenica 26 mag 2019
HomeNon categorizzatoCONSIGLIO DI STATO: SI AL RICORSO SUL GASSIFICATORE DI ALBANO CON LIPANI

CONSIGLIO DI STATO: SI AL RICORSO SUL GASSIFICATORE DI ALBANO CON LIPANI

CONSIGLIO DI STATO: SI AL RICORSO SUL GASSIFICATORE DI ALBANO CON LIPANI

Il Consiglio di Stato ha accolto l’appello patrocinato dagli avvocati Avilio Presutti, Damiano Lipani (in foto) e Patrizio Leozappa sul gassificatore di Albano Laziale. In particolare, la quinta sezione del Consiglio di Stato ha riformato la sentenza del TAR Lazio che a fine 2010 aveva imposto il blocco dei lavori, considerando legittimo l’iter amministrativo che ha portato all’emanazione dei provvedimenti autorizzativi dell’impianto da parte della Regione Lazio (Valutazione di Impatto Ambientale ed Autorizzazione Integrata Ambientale). In particolare, il Consiglio di Stato ha accolto il ricorso del Consorzio Ecologico Massimetta – Co.E.Ma, composto da Colari-Acea-Ama, che dovrà realizzare il gassificatore che verrà messo a servizio del Comune di Roma Capitale. L’impianto di Albano Laziale consentirà la trasformazione di buona parte dei rifiuti prodotti nel Lazio in risorse energetiche riutilizzabili, con un rischio ambientale minimo in considerazione della tecnologia che verrà utilizzata, nonché delle migliorie tecniche apportate al progetto iniziale. "Nel rendere il giudizio di valutazione di impatto ambientale – osserva il Consiglio di Stato – l'amministrazione esercita un’amplissima discrezionalità che non si esaurisce in un mero giudizio tecnico, ma presenta al contempo profili particolarmente intensi di discrezionalità amministrativa e istituzionale in relazione all'apprezzamento degli interessi pubblici e privati coinvolti".

Vota questo articolo
Nessun commento

Aggiungi un commento

Accesso

Hai dimenticato la Password?

Registrati

Reset della password
Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.