martedì 11 ago 2020
HomeRistrutturazioni Societarie e FallimentiArrivato il closing per il restructuring di Cavalli: tutti gli studi

Arrivato il closing per il restructuring di Cavalli: tutti gli studi

Arrivato il closing per il restructuring di Cavalli: tutti gli studi

Siamo al closing per il processo di ristrutturazione di Roberto Cavalli. Si è perfezionata infatti l’acquisizione della società da parte di Vision Investment (veicolo di investimento privato controllato dal fondatore del gruppo Damac Properties) a seguito di una complessa operazione che ha permesso alla società di ristrutturare il proprio indebitamento mediante un accordo di ristrutturazione del debito ex articolo 182 bis della legge fallimentare omologato dal Tribunale di Milano il 29 ottobre 2019.

L’acquisizione segna l’evoluzione di una partnership firmata nel 2017 tra la maison e il gruppo Dico, di cui Vision Investment è parte. Secondo la partnership, Roberto Cavalli svilupperà gli interni di hotel di lusso tramite il brand Aykon Hotels.

Lo studio legale internazionale Gianni Origoni Grippo Cappelli & Partners ha assistito Vision Investment con un team composto dai partner Raimondo Premonte (nella foto) e Luca Jeantet, coadiuvati dal counsel Filippo Ughi, dal managing associate Matia B. Maggioni e dal senior associate Martina Romani.

Roberto Cavalli e il socio venditore Varenne 3 sono stati assistiti dallo studio legale Gattai Minoli Agostinelli & Partners coordinato dai partner Riccardo Agostinelli e composto dai partners Sergio Fulco e Federico Bal, dal counsel Matteo Mengoni e dall’associate Enrico Candotti, dallo studio legale Giuseppe Iannaccone e associati coordinato dal partner Giuseppe Iannaccone e composto dal partner Daniela Carloni, dal managing associate Concetta D’Arrigo e dal senior associate Tommaso Iannaccone e da Mn Tax & Legal con il partner Emiliano Nitti e la senior associate Giulia Perizzi. Per Roberto Cavalli, inoltre, ha agito il legale interno Silvia Cartney (corporate affairs officer).

Clifford Chance ha assistito invece il pool di banche coinvolte nell’accordo di ristrutturazione del debito (Banca Nazionale del Lavoro, Banco Bpm, Crédit Agricole e Intesa Sanpaolo) con un team multi-disciplinare guidato dai partner Ferdinando Poscio (banking & finance, Milano) e Carlo Felice Giampaolino (litigation & dispute resolution, Roma), coadiuvati dal senior associate Luca Maria Chieffo (banking & finance, Milano) e dall’associate Alessandro Sciarra (litigation & dispute resolution, Roma).

Vota questo articolo
Nessun commento

Aggiungi un commento

Accesso

Hai dimenticato la Password?

Registrati

Reset della password
Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.