sabato 28 nov 2020
HomeCorporate M&ACleary Gottlieb e Gop chiudono l’accordo tra Amundi e Unicredit su Pioneer

Cleary Gottlieb e Gop chiudono l’accordo tra Amundi e Unicredit su Pioneer

Cleary Gottlieb e Gop chiudono l’accordo tra Amundi e Unicredit su Pioneer

Come anticipato da legalcommunity.it, Cleary Gottlieb ha assistito Amundi nella sottoscrizione dell’accordo finalizzato all’acquisizione di Pioneer Investments da Unicredit con un team guidato da Pierre-Yves Chabert, Anne-Sophie Coustel (tax), Sophie de Beer, Laura Birene e Joris Estorgue dell’ufficio di Parigi con la collaborazione di un team italiano composto da Matteo Montanaro, Stefano De Dominicis, Laura Prosperetti e David Singer.

Unicredit, invece, è stata assistita da un team di Gianni Origoni Grippo Cappelli & Partners guidato dal socio Roberto Cappelli (nella foto), e composto da: Francesco Selogna (partner), Gerardo Carbonelli (senior associate), Lucia Occhiuto, Alessandro Carra e Valentina Van den Borre (associate) per gli aspetti m&a; Piero Fattori (partner) e Salvatore Spagnuolo (counsel) per i profili Antitrust; Emanuele Grippo (partner), Andrea Aldo Banfi (senior associate) ed Edoardo Brillante (associate) per gli aspetti Regulatory; Nicola Bonante (partner) e Nicolò Farina  (associate) per gli aspetti di diritto del lavoro.

L’accordo non include le attività di Pioneer in Polonia e prevede il pagamento in cassa da parte di Amundi di un corrispettivo pari a 3,545 miliardi per l’acquisizione di Pioneer. In aggiunta, UniCredit riceverà da Pioneer, prima della chiusura dell’operazione, un dividendo straordinario pari a 315 milioni. L’operazione genererà una plusvalenza netta per UniCredit a livello consolidato pari a 2,2 miliardi nel 2017, con un impatto positivo sul Common Equity Tier 1 di UniCredit stimato in circa 78 punti base.

Vota questo articolo
Nessun commento

Aggiungi un commento

Accesso

Hai dimenticato la Password?

Registrati

Reset della password
Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.