Anthilia sottoscrive il bond da 5 milioni di Baglioni: R&P Legal advisor

Anthilia Bit III e Anthilia Bit IV Co-Investment Fund – i fondi di private debt che proseguono l’esperienza iniziata nel 2013 con Anthilia Bond Impresa Territorio (Anthilia Bit) e nel 2016 con Anthilia Bit Parallel Fund – hanno sottoscritto il prestito obbligazionario emesso da Baglioni, produttore e distributore internazionale di serbatoi ad aria compressa e di attrezzature speciali a pressione per aziende appartenenti ai più vari settori industriali.

L’emissione di Baglioni è stata sottoscritta, per un valore complessivo pari a 5 milioni di euro, dai fondi che investono in bond appositamente creati da Anthilia, rispettivamente da Anthilia Bit III per 3,3 milioni di euro e da Anthilia Bit IV Co-Investment Fund per 1,7 milioni di euro. In dettaglio, il prestito obbligazionario ha scadenza il 31 dicembre 2025, un rendimento del 5,7% e un rimborso amortizing con 15 mesi di pre-ammortamento. Il Fondo Centrale di Garanzia ha previsto una copertura sino al 50% dell’importo dell’emissione.

Lo studio Fiorini di Roma, nella persona di Stefano Fiorini, ha agito in qualità di advisor finanziario dell’operazione, mentre l’assistenza legale è stata seguita dal team dell’avvocato Giovanni Luppi (nella foto) di R&P Legal (Milano).

L’emissione del prestito obbligazionario consentirà a Baglioni di riorganizzare la piattaforma industriale in Cina: saranno infatti rilocalizzati due stabilimenti dislocati a Shanghai in un unico stabilimento, nel distretto di Haiyan, con la realizzazione di un capannone da 18mila mq che sarà destinato sia a produzione che a magazzini. Oltre a ciò l’operazione consentirà anche di incrementare la capacità produttiva grazie a nuovi macchinari, in linea con gli obiettivi previsti nel piano industriale.

Anthilia sottoscrive il bond da 5 milioni di Baglioni: R&P Legal advisor

redazione@lcpublishinggroup.it

SHARE

Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su telegram