Home > Bees

Milano Notai

Dal cuore della finanza italiana, Milano Notai propone un approccio internazionale al business.

Giovannella Condò e Monica De Paoli, cofondatrici e socie da 15 anni, insieme ad un team di professioniste (tutte donne, età media sotto i 40 anni), hanno una riconosciuta esperienza in: diritto commerciale e societario, real estate e fondi di investimento immobiliare, banking e project finance, Non Profit, successioni e Trust, escrow agent e escrow agreement.

Milano Notai offre la sua consulenza a banche, istituzioni finanziarie, fondi immobiliari, fondi di private equity e di venture capital. Assiste società e privati, in ambito nazionale ed internazionale. Milano Notai collabora con i più noti studi legali, di commercialisti, fiscalisti e professionisti del settore immobiliare, in Italia e all’estero, per offrire una consulenza completa ai propri clienti.

Milano Notai è associato con The British Chamber of Commerce for Italy, Italia start up e Il trust in Italia.

Gli ultimi articoli

SIIQ, a volte ritornano

Società di Investimento Immobiliare Quotate, una vecchia conoscenza.  Le SIIQ, per farla breve, sono state introdotte nel nostro ordinamento con la legge 296 del 2006. Nel 2014 il legislatore ne aveva ridisegnato i profili di disciplina, proprio con il medesimo Decreto Sblocca Italia che ha tipizzato anche il rent to buy, in un’ottica di volenteroso rilancio del mercato immobiliare. 


Start Up Giuste al Panino Giusto, 1 ottobre ore 18

Milano Notai e l’Accademia Panino Italiano promuovono un incontro tra start up e investitori, per far conoscere alcune realtà imprenditoriali innovative e favorire l’incontro tra le stesse e gli investitori.

L’incontro, sostenuto dall’associazione Italia Start Up, è giovedì 1 ottobre alle ore 18,00 all’Accademia Panino Italiano a Milano via Pompeo Leoni, 2.

Programma

ore 18,00 - Registrazione partecipanti


Startup, la benevolenza del Mise

Se startup innovative e PMI sono società embrionali e di modeste dimensioni per definizione, non è detto che restino tali. Ecco dunque, come chiarito dal Mise con il parere n. 154297 del 2 settembre 2015, che nel caso in cui le partecipazioni raggiungano un elevato livello di polverizzazione gli adempimenti informativi non possono risultare troppo gravosi. Gli obblighi informativi sui soci e sul loro curriculum vitae, imposti sia alle startup sia alle PMI, devono essere osservati solo in relazione ai soci rilevanti.


Cessione di quote e deroga alle clausole statutarie di lock-up

Annosa questione, quella della derogabilità una tantum delle clausole statutarie di lock-up. È possibile effettuare una cessione di quote di s.r.l., eccezionalmente con il consenso degli altri soci, senza modificare lo statuto che contenga un divieto di trasferimento?

Si cerca così di evitare una duplice modifica statutaria, cioè una modifica volta a rimuovere la clausola, per consentire il trasferimento; una seconda modifica per reintrodurla. Quindi un doppio deposito presso il registro delle imprese.


Nessuna riscossione dei dividendi senza il possesso del titolo azionario

Siamo abituati a pensare al diritto agli utili come un diritto dotato di una propria autonomia. Quando gli utili sono stati approvati e destinati alla distribuzione per effetto di delibera assembleare, il diritto di percepire i dividendi ha natura di diritto di credito e in quanto tale, in teoria, esso potrebbe circolare separatamente dal titolo. In sede di cessione delle azioni, gli utili non ancora distribuiti, oppure distribuiti ma non riscossi, potrebbero essere attribuiti alla parte cedente.


Startup innovative e work for equity

Utilizzare strumenti finanziari partecipativi (SFP) per remunerare amministratori e dipendenti delle startup innovative può risultare estremamente conveniente. Due i grossi vantaggi: non intaccare le disponibilità liquide per remunerare il lavoro e fidelizzare i lavoratori.


Informazioni

Website:Link
Numero Professionisti:15
Numero Partners:2

Sedi