Home > Bees

Milano Notai

Dal cuore della finanza italiana, Milano Notai propone un approccio internazionale al business.

Giovannella Condò e Monica De Paoli, cofondatrici e socie da 15 anni, insieme ad un team di professioniste (tutte donne, età media sotto i 40 anni), hanno una riconosciuta esperienza in: diritto commerciale e societario, real estate e fondi di investimento immobiliare, banking e project finance, Non Profit, successioni e Trust, escrow agent e escrow agreement.

Milano Notai offre la sua consulenza a banche, istituzioni finanziarie, fondi immobiliari, fondi di private equity e di venture capital. Assiste società e privati, in ambito nazionale ed internazionale. Milano Notai collabora con i più noti studi legali, di commercialisti, fiscalisti e professionisti del settore immobiliare, in Italia e all’estero, per offrire una consulenza completa ai propri clienti.

Milano Notai è associato con The British Chamber of Commerce for Italy, Italia start up e Il trust in Italia.

Gli ultimi articoli

Aumento di capitale con emissione di azioni di una sola categoria. Meglio passare dalle assemblee speciali

Quando, nella compagine di una s.p.a., sono presenti diverse categorie di azioni, la regolamentazione degli equilibri tra le stesse, spesso delicati, deve essere vagliata con particolare attenzione.

Uno degli aspetti più rilevanti è costituito dall’individuazione delle delibere assembleari pregiudizievoli dei diritti di una o più categorie, che devono essere approvate anche dall’assemblea speciale degli appartenenti alle categorie interessate.


Spin-off universitari tra regolamentazione e autonomia statutaria

Gli spin-off universitari sono società di capitali che hanno come oggetto sociale lo sviluppo e la valorizzazione imprenditoriale di nuovi prodotti e/o servizi basati sui risultati della ricerca in campo tecnologico all’interno delle università.

Svolgono quindi un ruolo chiave non solo nell’ambito dell’innovazione tecnologica, ma anche riguardo all’immissione nel mercato dei risultati della ricerca.


Agevolazioni prima casa subito dopo l’omologa dell’accordo di separazione

Buone notizie per i coniugi separati che hanno intenzione di comprare casa usufruendo delle agevolazioni prima casa.


Se l’aumento di capitale è riservato a terzi, non si può escludere il diritto di recesso di chi non è d’accordo

Spesso il management di una s.r.l. che si accinge a raccogliere risorse mediante un aumento di capitale riservato a terzi investitori chiede al professionista se l’attribuzione del diritto di recesso ai soci che non hanno acconsentito alla decisione sia inderogabile. La risposta è sì. 


Clausole anti-diluizione: negoziare con cura

Il venture capital è sempre stato un mondo affascinante e dinamico. Gli investitori scommettono su nuove iniziative imprenditoriali puntando sul loro sviluppo ingenti risorse. Oggi lo è ancora di più, grazie al boom di iniziative in campo tecnologico che, spesso con la veste di start up innovative, sono alla ricerca di soggetti che finanzino le loro idee.


Sharewood, la startup dei record per l'equity crowdfunding

Sharewood, il cui portale si propone di diventare l’AirBnB dell’attrezzatura sportiva, consentendo ai proprietari di attrezzatura sportiva outdoor di noleggiarla a sportivi, appassionati e viaggiatori, ha appena chiuso la sua campagna di equity crowdfunding sul portale Crowdfundme.


La B-Corp compie un anno: spunti dalla nostra esperienza

La società benefit compie un anno: è stata infatti introdotta nel nostro ordinamento con la Legge di Stabilità 2016 (art. 1, Commi 376-384, legge n.208 del 28/12/2015) e sempre più imprenditori, manager e azionisti scelgono di costituire o diventare società benefit ossia società che, nell'esercizio di una attività economica, oltre allo scopo di dividere gli utili, perseguono una o più finalità di beneficio comune e operano in modo responsabile, sostenibile e trasparente.

Ma cosa bisogna fare per costituire o diventare società benefit?


Cessione del 100% delle quote senza problemi di elusione fiscale. La Cassazione cambia idea e dà l’ok

La Cassazione, con la sentenza 2054 del 27 gennaio 2017, ha invertito la rotta rispetto a un suo orientamento precedente in tema di riqualificazione della cessione del 100% delle quote di una società come cessione d’azienda, ai fini dell’applicazione dell’imposta di registro.


Cessione del 100% delle quote senza problemi di elusione fiscale, ma la Cassazione…

La normativa sull’elusione fiscale entrata in vigore nel 2015 (D.Lgs. 128/2015) ha segnato, almeno in teoria, un punto a favore di chi intende acquisire la totalità delle quote di una società. Da allora, infatti, dovrebbe essere possibile acquistare il 100% del capitale di una società senza correre il rischio di vedersi riqualificata l’operazione come cessione d’azienda. In quest’ultimo caso, l’imposta di registro verrebbe applicata non in misura fissa, ma nella ben più onerosa percentuale del 3% sul valore della transazione.


Equity crowdfunding per tutte le PMI

Continua l’evoluzione dell’equity crowdfunding, il sistema di raccolta di capitali tramite portali online introdotto in Italia, fra i primi paesi al mondo, pochi anni fa.

La Legge di Bilancio 2017 ha esteso questa innovativa forma di raccolta di capitale di rischio a tutte le piccole e medie imprese, indipendentemente dal loro carattere innovativo.

Come è noto, l’equity crowdfunding è stato previsto nel 2012 dal Decreto Crescita 2.0 esclusivamente per le start up innovative, che con quello stesso decreto facevano il loro ingresso nel panorama societario italiano.


Informazioni

Website:Link
Numero Professionisti:15
Numero Partners:2

Sedi