Home > Bees

Milano Notai

Dal cuore della finanza italiana, Milano Notai propone un approccio internazionale al business.

Giovannella Condò e Monica De Paoli, cofondatrici e socie da 15 anni, insieme ad un team di professioniste (tutte donne, età media sotto i 40 anni), hanno una riconosciuta esperienza in: diritto commerciale e societario, real estate e fondi di investimento immobiliare, banking e project finance, Non Profit, successioni e Trust, escrow agent e escrow agreement.

Milano Notai offre la sua consulenza a banche, istituzioni finanziarie, fondi immobiliari, fondi di private equity e di venture capital. Assiste società e privati, in ambito nazionale ed internazionale. Milano Notai collabora con i più noti studi legali, di commercialisti, fiscalisti e professionisti del settore immobiliare, in Italia e all’estero, per offrire una consulenza completa ai propri clienti.

Milano Notai è associato con The British Chamber of Commerce for Italy, Italia start up e Il trust in Italia.

Gli ultimi articoli

Costituzione di nuove imprese: meno burocrazia fa bene all’economia. Ce lo ricorda anche la Banca d’Italia

L’eccesso di burocrazia grava sul sistema produttivo e scoraggia gli investimenti. E’ cosa ovvia e nota, ma è sempre bene quando qualcuno ce lo ricorda, con numeri alla mano e proposte di soluzione.

Ha toccato questo tasto dolente la Banca d’Italia. Nella relazione annuale presentata pochi giorni fa viene segnalato uno studio che porta l’attenzione su come, anche solamente ridurre i tempi per ottenere le autorizzazioni per iniziare un’attività imprenditoriale, gioverebbe parecchio in termini di punti di PIL.


Opzioni put a prezzo fisso e divieto di patto leonino

Sin dai tempi dell’università, tutti ci ricordiamo del divieto di patto leonino, e cioè della nullità del patto con cui, in una società, uno o più soci sono esclusi da ogni partecipazione agli utili o alle perdite.


L’utilizzo abusivo della smart card costa caro

Le smart card hanno semplificato la vita dei professionisti e dei loro clienti, ma bisogna fare attenzione a non abusarne.

Ce lo dice il buon senso, e anche il Tribunale di Roma, che, con la sentenza n. 1127/2017, ha riscontrato la nullità di un contratto di cessione di quote societarie sottoscritto non per atto notarile, ma da un intermediario abilitato, con una smart card il cui uso è stato contestato dal legittimo titolare.


Il legislatore corregge la svista: le PMI s.r.l. non innovative possono accedere all’equity crowdfunding, e non solo

Con la Legge di Bilancio 2017 avevamo accolto con piacere l’estensione dell’applicazione dell’equity crowdfunding a tutte le piccole e medie imprese, indipendentemente dal loro carattere innovativo.


Nelle s.r.l. è possibile il recesso “consensuale”

Il codice civile consente sia alle S.p.A. sia alle S.r.l. di prevedere negli statuti cause convenzionali di recesso. Al momento di predisporre uno statuto, o di modificarlo, può quindi capitare di interrogarsi sull’individuazione delle ipotesi che danno diritto al recesso.

Si pensa infatti che, una volta definite tali ipotesi convenzionali, le stesse siano da considerarsi ‘chiuse’, a meno che non si voglia intervenire sullo statuto.


Quando l’assemblea generale vale anche come assemblea speciale

Con la massima 160 dell’11 aprile 2017 la Commissione Società del Consiglio Notarile di Milano ha ‘inventato’ le assemblee speciali ‘assorbite’ dall’assemblea generale.

La massima usa proprio questa espressione quando argomenta che l’assemblea generale può deliberare validamente ed efficacemente in un’unica sede nelle ipotesi in cui vi sia l’intervento e il voto favorevole di tutte le azioni delle categorie interessate.

In questi casi non sono quindi necessarie né una specifica convocazione dell’assemblea speciale degli azionisti di categoria né una loro riunione apposita.


Assemblee speciali: è possibile prevedere nello statuto quando ci vogliono e quando no

La Commissione Società del Consiglio Notarile di Milano dà una mano a sgombrare il campo dai dubbi che nascono quando si deve capire se una delibera assembleare pregiudichi o meno i diritti delle diverse categorie di azioni e, quindi, debba essere approvata dalle relative assemblee speciali.


Stock options: c’è chi è good leaver e chi è bad leaver

Come tutti sappiamo, le stock options sono un ottimo strumento utilizzato dalle s.p.a. per fidelizzare soggetti considerati importanti per l’andamento dell’impresa, che siano parte del management oppure lavoratori dipendenti.

In questo modo, l’impresa rafforza il legame con gli individui strategici non mediante una remunerazione immediata, e non sempre compatibile coi conti in bilancio, ma attribuendo loro il diritto di sottoscrivere in futuro azioni della società, a condizioni prestabilite.


Aumento di capitale con emissione di azioni di una sola categoria. Meglio passare dalle assemblee speciali

Quando, nella compagine di una s.p.a., sono presenti diverse categorie di azioni, la regolamentazione degli equilibri tra le stesse, spesso delicati, deve essere vagliata con particolare attenzione.

Uno degli aspetti più rilevanti è costituito dall’individuazione delle delibere assembleari pregiudizievoli dei diritti di una o più categorie, che devono essere approvate anche dall’assemblea speciale degli appartenenti alle categorie interessate.


Spin-off universitari tra regolamentazione e autonomia statutaria

Gli spin-off universitari sono società di capitali che hanno come oggetto sociale lo sviluppo e la valorizzazione imprenditoriale di nuovi prodotti e/o servizi basati sui risultati della ricerca in campo tecnologico all’interno delle università.

Svolgono quindi un ruolo chiave non solo nell’ambito dell’innovazione tecnologica, ma anche riguardo all’immissione nel mercato dei risultati della ricerca.


Informazioni

Website:Link
Numero Professionisti:15
Numero Partners:2

Sedi