Home > Bees

Milano Notai

Dal cuore della finanza italiana, Milano Notai propone un approccio internazionale al business.

Giovannella Condò e Monica De Paoli, cofondatrici e socie da 15 anni, insieme ad un team di professioniste (tutte donne, età media sotto i 40 anni), hanno una riconosciuta esperienza in: diritto commerciale e societario, real estate e fondi di investimento immobiliare, banking e project finance, Non Profit, successioni e Trust, escrow agent e escrow agreement.

Milano Notai offre la sua consulenza a banche, istituzioni finanziarie, fondi immobiliari, fondi di private equity e di venture capital. Assiste società e privati, in ambito nazionale ed internazionale. Milano Notai collabora con i più noti studi legali, di commercialisti, fiscalisti e professionisti del settore immobiliare, in Italia e all’estero, per offrire una consulenza completa ai propri clienti.

Milano Notai è associato con The British Chamber of Commerce for Italy, Italia start up e Il trust in Italia.

Gli ultimi articoli

Ampliato l’ambito soggettivo del regime dell’imposta sostitutiva

L’imposta sostitutiva per i finanziamenti a medio-lungo termine può essere applicata anche a finanziamenti concessi da intermediari finanziari e non più solo dalle banche.

Questo è l’effetto della dichiarazione di incostituzionalità pronunciata dalla Corte Costituzionale (n. 242 del 20 novembre 2017): l’articolo 15 del D.p.r. 601/1973 nella parte in cui limita l’applicabilità dell’imposta sostitutiva ai finanziamenti a medio-lungo termine concessi dalle sole banche contrasta con ben due articoli del testo costituzionale.


Fondazioni ammesse all’art-bonus

Nel 2014 l’introduzione del cosiddetto “art-bonus” con il d.lgs. n. 83 ha rappresentato un’autentica rivoluzione per l’Italia.

La nuova misura agevolativa, sotto forma di credito d’imposta del 65% per chi effettua erogazioni liberali in denaro in favore della cultura, ha permesso di sostenere maggiormente il patrimonio culturale italiano e di rilanciare il settore turistico.

Le erogazioni che danno diritto al credito di imposta devono essere riferite a specifici interventi, come definito dall’articolo 101 del Codice dei beni culturali.


Start up innovative: piu’ incentivi fiscali per chi investe

Più incentivi fiscali per chi investe in start up innovative: la Commissione Europea ha approvato la richiesta presentata dall’Italia.

Diventano pienamente operative le modifiche al precedente regime volte a aumentare gli sgravi fiscali per chi investe nelle start up innovative e a rendere tali agevolazioni fruibili in modo stabile e permanente.


Prelazione violata? Il contratto è valido

La violazione della clausola statutaria di prelazione nei contratti di cessione di partecipazioni sociali è stata sempre oggetto di discussione sia in dottrina che in giurisprudenza.

La Cassazione con sentenza n. 7003 dell’8 aprile 2015 ha “fatto il punto” sull’argomento: il socio leso del proprio diritto di prelazione ha diritto al solo risarcimento del danno verso il soggetto cedente.

Tra un’ampia varietà di opinioni è stata quindi scelta dalla Cassazione la tesi che esclude il diritto di riscatto del socio verso il terzo acquirente.


L’impresa sociale diventa più appetibile per gli investitori

Il decreto 112/2017 ha dato una nuova veste all’impresa sociale, rendendola più appetibile. Fino ad oggi, infatti, tra le figure giuridiche del Terzo Settore, questo tipo di impresa non ha avuto un grande appeal nei confronti degli investitori, soprattutto per le carenze normative in ambito fiscale.

La nuova normativa preserva l’identità dell’impresa sociale quale soggetto senza scopo di lucro, ma, allo stesso tempo, introduce misure sostanziali volte a rafforzarne la capacità di attrarre capitali.


Innovation Nation Forum. Il 6 ottobre a Milano l’innovazione è un evento

Lo studio Milano Notai è orgoglioso di presentare Innovation Nation Forum, l’evento in programma a Milano venerdì 6 ottobre, dalle 9.00 alle 12.30, presso l’hotel Rosa Grand in Piazza Fontana n. 3.

Da sempre al fianco delle start up e delle PMI innovative, Milano Notai ha organizzato questo evento, assieme a Blum – Comunichiamo l’innovazione, per riunire fondi di investimento, imprese, startup, PMI e abilitatori dell’ecosistema dell’innovazione e discutere insieme le sfide dell’Italia di domani.


Il notaio come escrow agent: la legge sulla concorrenza previene le brutte sorprese quando si compra casa

La legge sulla concorrenza da poco entrata in vigore (L. 124/2017) ha rafforzato il concetto che il notaio, quale escrow agent, è il depositario naturale di valori mobiliari in garanzia.

La nuova normativa si riferisce, in particolare, agli atti di trasferimento della proprietà oppure di trasferimento, costituzione o estinzione di altri diritti reali su immobili o aziende.

Nella maggior parte delle ipotesi, questa espressione si concretizza in un caso specifico: l’acquisto della casa.


S.r.l.: diritti particolari a usufruttuari e creditori pignoratizi

Come è noto, l’articolo 2468, comma 3, c.c. dà alle s.r.l. la possibilità di attribuire a singoli soci – indicandoli specificamente nello statuto – diritti particolari relativi all’amministrazione della società o alla distribuzione degli utili.

L’opportunità di prevedere questo tipo di diritti si colloca nell’ambito della caratterizzazione personale concepita per la compagine sociale delle società a responsabilità limitata.


Alienazione di beni inclusi nel fondo patrimoniale quando ci sono figli minori

In tema di fondo patrimoniale, la Cassazione, con la sentenza n. 17811 del 2014, ha argomentato che, quando ci sono figli minori, per potere procedere con lo scioglimento volontario del fondo, i coniugi devono prima ottenere l’autorizzazione del giudice, perché valuti se ciò possa porsi in conflitto con l’interesse dei figli.


Costituzione di nuove imprese: meno burocrazia fa bene all’economia. Ce lo ricorda anche la Banca d’Italia

L’eccesso di burocrazia grava sul sistema produttivo e scoraggia gli investimenti. E’ cosa ovvia e nota, ma è sempre bene quando qualcuno ce lo ricorda, con numeri alla mano e proposte di soluzione.

Ha toccato questo tasto dolente la Banca d’Italia. Nella relazione annuale presentata pochi giorni fa viene segnalato uno studio che porta l’attenzione su come, anche solamente ridurre i tempi per ottenere le autorizzazioni per iniziare un’attività imprenditoriale, gioverebbe parecchio in termini di punti di PIL.


Informazioni

Website:Link
Numero Professionisti:15
Numero Partners:2

Sedi